a
Chiama

Ceramica

Cuchi - strumenti popolari a fiato in ceramica

Una lunga storia quella dei "cuchi" o fischietti, con segni che risalgono alla preistoria, ai fasti della Grecia, e così nei secoli sino a noi con documenti rari data la fragilità della materia e alla funzione di gioco dei bambini.

Inventati per imitare gli uccelli, per allontanare gli spiriti cattivi, come oggetto scaramantico, sono oggi riproposti rinnovati nei materiali, nelle forme, nei colori, ma rimangono oggetti magici, poetici e un po' misteriosi, a volte grotteschi e comici, certamente oggetti di festa e di buon augurio.

 


Teatrini in ceramica

Sono trascorsi settant'anni da quando Arturo Martini ha aperto - è il caso di dirlo - uno spazio in più alla cultura, animando di quinte e di finestre quegli "interni" che altrimenti erano affidati ad esclusività della pittura.
Non c'è da stupirsi se a così grande distanza (ma nel tempo così lontano?
Oppure la sua storicizzazione ce lo rende paradossalmente più prossimo?) uno scultore veneto come Mariano Fuga abbia trovato pane per i suoi denti sulle orme del suo conterraneo Martini.

Perché è Fuga anche lui un appassionato della ceramica e non poteva non trovarsi a tu per tu con il grande rinnovatore della scultura del nostro secolo.

Del resto è ben noto che attorno agli anni '40-'50 c'è stato una specie di passaggio di testimone da Martini a Fausto Melotti.

Nel laboratorio milanese di quest'ultimo, Martini - nel 47 - ha cotto le sue ultime invenzioni, ed è quasi naturale che l'artista milanese abbia ereditato lo spirito martiniano messo in opera nei suoi spiritosi e anche spiritati "teatrini" (nei quali Melotti è già postmoderno).

 

Website »